Google+ Google+ Google+

venerdì 11 novembre 2011

Reazioni delle "amiche" alla gravidanza: una classifica

Ieri sera ripensavo, con un sorriso, alle varie reazioni che hanno le donne davanti a un'amica incinta. Ho stilato mentalmente una lista che vi propongo ora. Sempre che Gatta non mi stacchi prima il filo del modem nel corso della sua lotta quotidiana con l'Elastico Malvagio (ehi aspetta ma quello è il MIO... ok, Simona, calma, devi stare calma...).
Vediamo se riuscite a trovare "categorie" che mi sono sfuggite.

  • Le sexandthecity - Le sexandthecity sono quelle amiche che, incuranti delle prime rughe e dei copiosi capelli bianchi nascosti sotto tinte estrose, pensano di avere ancora un'età compresa tra i 16 e i 22 anni. Passano le loro serate in discoteca o in locali chic spendendo centinaia di euro al mese in cocktail, happy-hour e scarpe col tacco, non si preoccupano minimamente del loro futuro (il più delle volte non lavorano nemmeno), non hanno una relazione fissa, si fanno infinite seghe mentali sul numero esatto di "squilli"da fare al ragazzo (45enne) del mese e quanti giorni aspettare per richiamarlo o mandargli un sms dopo esserci state a letto. Le sexandthecity di solito reagiscono all'annuncio sgranando gli occhi e guardandovi come se foste "rimaste fregate" alla tenera età di 16 anni, assicurandovi che vi staranno vicine e trattandovi come se aveste annunciato loro di avere una terribile e inguaribile malattia. Tra l'altro sono anche quelle che spariscono nel nulla e che smettono di invitarvi a uscire perché ormai vi danno per spacciate.
  • Le invidiose -  Ebbene sì, triste a dirsi ma esistono anche loro, le invidiose. Trattasi di donne, più o meno della vostra età, che per vari motivi non hanno figli e/o non prevedono di averne per un bel po'. Ovviamente non parlo di chi NON PUO' rimanere incinta per motivi di salute (quelle sono donne che non mi va proprio di classificare e che meritano tutto il mio rispetto, soprattutto se non si arrendono e le provano tutte per realizzare il loro sogno). Parlo invece di coloro che non hanno il coraggio di dire al proprio uomo di desiderare ardentemente un piccolo erede o che, peggio ancora, hanno già affrontato l'argomento con il partner che però non ne vuole sapere, e fingono che in fondo vada bene così per paura di rimaner sole e di non trovare un'alternativa. Queste di solito NON REAGISCONO all'annuncio, fanno finta di niente e vi trattano come se aveste rivelato di avere un leggero mal di testa. Sono le amiche che vi chiedono "Sabato sera andiamo a bere al SoloVodka&Carpaccio, ti va di venire?" sgranando gli occhi stupite davanti a un vostro rifiuto.
  • Le eterne-rivali - Se, come me, non avete mai avuto problemi di chili di troppo (se non in gravidanza), siete sicuramente delle donne fortunate, bisogna ammetterlo. Peccato che, come me appunto, sarete circondate da amiche che da una vita vi guardano disgustate dicendo "Ma quanto sei magra? Fai proprio schifo..." (cosa che voi non potreste MAI dire a una persona sovrappeso, pena la dannazione eterna!). Questa categoria di donne vi ha sempre visto come delle rivali, odiandovi silenziosamente quando vi vedeva mangiare con gusto la vostra pizza-con-mozzarella-di-bufala-e-salsiccia mentre davanti aveva un'insalata scondita. Insomma, essere magre ha anche i suoi lati negativi. Beh, le eterne-rivali sono la categoria di donne che più si esalta alla notizia della vostra gravidanza! Soprattutto coloro che non hanno mai avuto figli si aspettano infatti che nel giro di poche settimane avranno a che fare con una specie di balena che cammina come una papera con il viso gonfio, senza collo e cellulite fin sopra le orecchie. Loro sì che hanno piacere a frequentarvi, durante i mesi di gravidanza. E quando le incontrate notate subito che il loro sguardo si abbassa immediatamente sulla vostra pancia. Ancora prima di salutarvi vi chiedono "E allora? Fammi vedere il pancione!" costringendovi a una specie di strip-tease improvvisato. Poi la delusione prende possesso del loro viso. "Ma scusa dov'è la pancia? Non dovresti essere più grassa?" esclamano, incuranti del fatto che siete solo al terzo mese e che avete passato le ultime settimane a vomitare. Mano a mano che la gravidanza procede, non fanno che rimanere deluse da quello che vedono, arrivando persino a insinuare che il bimbo non sia sano nel tentativo di farvi sembrare delle cattive madri perché non siete abbastanza grasse per i loro gusti. Infine, quando raggiungete l'ultimo trimestre e finalmente potete vantare un pancione come si deve, le eterne-rivali cambiano completamente tattica e cominciano a sfoggiare un sorriso maligno (con tanto di alzata del sopracciglio) e a punzecchiarvi: "Adesso sì che si vede la pancia.... guarda quanto si vede... mamma mia sei deforme... che impressione che fa... aspetta, fammi vedere... ma sai che ora che ci faccio caso anche la tua faccia è più paffutella del solito? Sì, sì, decisamente...". Voi fate spallucce (consapevoli del fatto che dall'ultimo mese, in cui vi avevano trovato "schifosamente magre" avete preso solo mezzo chilo e che comunque tra poco VOI tornerete come prima - più o meno - mentre loro sempre uguali resteranno). 
  • Le esperte - Le esperte non sono quelle donne che, per esperienza diretta (o perché veri e propri medici) possono permettersi di darvi preziosi e sempre graditi consigli. Sono piuttosto le amiche/colleghe/parenti che non sono né medici né mamme ma che adorano snocciolare pillole di saggezza estratte da leggende metropolitane, film rosa e fantasiosi racconti di nonne. Sono quelle che vi chiedono se avete venduto o regalato il vostro gatto appena siete rimaste incinte, che vi spingono a soddisfare ogni vostra voglia (pena la nascita di un bambino con una bella voglia a forma di barattolo di Nutella a grandezza naturale stampata sul petto), che si chiedono preoccupate se è ancora il caso di andare al cinema insieme perché pensano vi si debba negare ogni genere di emozione e che vi mettono in guardia da: pomodori verdi, rape bianche, contatti con ogni genere di animale, cinture di sicurezza, deodorante stick, tessuti acrilici, bagni in mare, camaleonti californiani, terreni erbosi, pc portatili, viaggi in treno, passeggiate al chiaro di luna, gioielli di rame, spezie, cioccolato, legno di quercia e pettini a denti larghi. In realtà è la categoria che preferisco... mi fa sempre sorridere!
  • Le terroriste - Forse la categoria di donne più temibile per una primipara. Le terroriste, lo dice la parola stessa, hanno come unico scopo nella vita quello di terrorizzare povere ragazze alle prese con la prima gravidanza raccontando loro i dettagli più scabrosi del loro (sempre avventurosissimo) parto o di quello, ancor più incredibile, dell'amica-della-sorella-della-collega. E' grazie alle terroriste che molte donne decidono di ricorrere al cesareo programmato temendo di doversi ritrovare anche loro a: partorire in autostrada con il solo aiuto di un addetto alla pulizia delle fogne il cui camion ha bloccato il passaggio alle altre auto; ritrovarsi due medici, quattro infermiere, un inserviente e una receptionist che saltellano sulla loro pancia per far uscire un bambino dalla testa del diametro di mezzo metro; beccarsi 358 punti di sutura a causa di una terrificante lacerazione (dovuta sempre al bimbo-con-testa-enorme di prima); partorire dopo la bellezza di 26 giorni, 18 ore e 45 minuti di doglie continue e incessanti; trasformarsi in furiose indemoniate davanti agli occhi di un marito terrorizzato e urlare in latino e sanscrito antico bestemmie e oscenità che manco la bambina dell'Esorcista.
  • Le Vere Amiche - Ebbene sì, esistono anche loro, le Vere Amiche. Quelle che sono DAVVERO contente per voi, quelle che vi staranno DAVVERO vicine nel corso della gravidanza, quelle che il vostro bambino chiamerà DAVVERO zie perché non smetteranno di frequentarvi anche dopo la nascita del pupo, quelle che guardano e accarezzano il vostro pancione con gli occhi lucidi, che si emozionano insieme a voi, che vi sostengono anche quando diventate insopportabili, ma soprattutto quelle che sono in grado di capire e accettare che la vostra vita è DAVVERO cambiata, ma che non per questo loro non ne faranno più parte! 
Ed è a quest'ultima categoria, le Vere Amiche (che attenzione possono essere anche parenti, colleghe e a volte semplici conoscenti) che dedico il mio piccolo blog. Perché una donna può anche avere un bel lavoro, un grande amore e una splendida famiglia, ma senza delle amiche con cui condividere queste e tante altre cose non si sentirà mai completa.

16 commenti:

  1. Michi (micheula)11 novembre 2011 17:52

    grande simoooooooo :)

    RispondiElimina
  2. Grazie Michi! Ovviamente ti sarai riconosciuta nell'ultima categoria..... Hehehehe....

    RispondiElimina
  3. <gtr5zzxxsvrtrertttrrrrrrrrrtgteertrgt
    ....... Stavo per scrivere il mio commento ma Leo mi ha preceduto, come al solito è impossibile avere accesso esclusivo alla tastiera... ora mi sta chiedendo "perchèèèèèèèèè io non pooossoooooooooo???" va bhe.
    Aahh un attimo di tranquillità.
    Divertente l'analisi psico-comportamentale delle amiche. Aggiumgerei la categoria "amiche mamme che non vedono l'ora di andare al parchetto insieme e vedere interagire i loro rispettivi bimbi" :-))
    un bacione
    Anna

    RispondiElimina
  4. No le mamme le ho lasciate fuori perché hanno le reazioni più normali grazie al cielo! Perché se mi danno un consiglio SANNO di cosa stanno parlando, perché se sono felici per me SANNO perché devono esserlo, ecc. Dedicherò un post alle amiche-mamme a parte, più in là magari! Grazie per il consiglio.
    E dì a Leo che la sua opinione conta per me, e che mi spiace non potergli rispondere con delle faccine come su Skype :-(((
    A presto!

    RispondiElimina
  5. Leggo ora questo post (che mi era sfuggito assieme all'ultimo della lista...c'è qualcuno che tu non abbia intenzione di uccidere, ultimamente?!? :OP) e ti dirò... queste categorie che descrivi, fanno venire i brividi!!
    E ti dirò, è un po' come quando vengono descritti i difetti di una persona, te li vedi tutti, se la tua autostima è a quota 0, e non ti ci vedi proprio, quando il tuo ego è decisamente AB-Norme...
    Quando ci fai vedere il tuo bel pancione?!?!? (e non nel senso eterno-rivale!!)
    Propongo cioccolata a tre e mezzo!! Sere

    RispondiElimina
  6. Hahaha Sere poi mi farai sapere in quale categoria ti saresti riconosciuta! Ora sono DAVVERO curiosa! La cioccolata va bene, tanto il test della glicemia l'ho fatto quindi ora FIESTAAAAA!!! Però stavolta tu e Martini venite da me... così mi date una buona scusa per mettere a posto casa e dare una spazzolata a Gatta.

    RispondiElimina
  7. Mah, ti dirò, ripensando (in stile JD di Scrubs) a ciò che avrei potuto dire, ci sono sprazzi di 'eterna-rivale' e di 'terrosista (soprattutto con aneddoti truculenti del parto della mia collega :O) ) ma in realtà tu sai bene che io dico le cose che mi passsano per la testa senza troppo riflettere su possibili interpretazioni negative, quindi dovresti sapere che non rientro in nessuna di queste.
    Per me va benissimo venire da te, così ammiriamo palla di pelo (e intendo proprio PALLA di pelo, hihiihii) e pancioneeeeeee!! Vogliamo vedere come cresce e, a questo punto, voglio sentire i calciotti di Emma!!
    A prestissimo!! Sere

    RispondiElimina
  8. Sere sei una babba. Davvero. La terrorista se non sbaglio l'hai fatta una sera che non ti avevo ancora detto di essere incinta. E riguardo all'eterna-rivale... beh... forse non ti rendi conto che agli scout tutti gli uomini ci provavano con te e Martina e io ero l'eterna scartata! Al massimo sono IO a essere sempre stata invidiosa di voi razza di sciupa-uomini!
    Che ne dici di giovedì 24 per una cenetta???

    RispondiElimina
  9. Vabbé, sai com'è, una si preoccupa... :O)
    MA DOOOVE ci provavano con me?!?!!?
    Giovedì 24 per me è ok... sento anche Marty!!
    Non vedo l'ora di toccare il pancione... questo sì può dare ai nervi, ma è un riflesso automatico, quando ne vedo uno, hihiii!
    A preeestooooo
    Sere

    RispondiElimina
  10. ECCOMMIII
    sciupa uomini a chi! :)
    che tenera che sei Simo, ho letto ora il tuo blog ( non ho mai tempo ...:( ) e mi sono scese delle lacrimuccie a pensare che a scrivere è la nostra Simo!
    ci vediamo venerdì, pollo al Curry leccato dal gatto e ... cioccolata bruciata al micronde ..( o ciobar se la cuoca è la simo!)

    RispondiElimina
  11. io ho una collega terrorista!!!!!
    e tante vere amiche :)
    simona85

    RispondiElimina
  12. che tenera che sei Simo, ho letto ora il tuo blog ( non ho mai tempo ...:( ) e mi sono scese delle lacrimuccie a pensare che a scrivere è la nostra Simo!


    http://www.duniaberbicara.com/

    RispondiElimina
  13. è un post vecchio... ma vorrei ugualmente commentarlo.... la mia gravidanza è arrivata dopo due anni di ricerche e problemi di salute fortunatamente risolti in modo semplicissimo. c'è voluto del tempo. ora sono incinta alla fine della 14 settimana. contemporaneamente a me, ho moltissime conoscenti incinte. le quali hanno beccato la pennuta cicogna al primo colpo, o anche al colpo zero nel senso che manco la stavano cercando. la mia vita è stata complicata, prima sposata, poi mollata, poi con un compagno bellissimo e poi questi due anni di ricerca. ormai ho quasi 37 anni. le cose per me non si può dire che siano filate liscie, ecco.. e confesso che le conoscenti io le invidio e so di non essere una vera amica per loro, nonostante alla fine le cose per me stiano andando bene. per questo mi sento una schifezza ambulante. ma non posso farci niente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh vabbè, un po' di sana invidia non fa male a nessuno... se te la tieni per te ;-)
      Scherzi a parte, goditi la tua cercatissima gravidanza e non leggere racconti sul parto (compreso il mio)! In bocca al lupo ;-)

      Elimina
    2. Concordo in pieno con il fatto di godersi la gravidanza come sto facendo pure io. Ho fatto fatica anche io x rimanere incinta e dopo avere comunicato la mia gravidanza una mia amica mi ha abbandonata, mille scuse x non vederci, non mi ha voluta più vedere, non mi cerca neppure con WhatsApp e ora sinceramente non mi interessa nemmeno farle conoscere mia figlia quando sarà nata a questo punto. Diciamo che ho capito quali sono le vere amiche in questo frangente.

      Elimina

Google+